“Come somiglia il tuo costume al mio”, storie di tantissimi dalemiani pentiti che seguono Renzi

Uno spaccato di un pezzo del popolo renziano che smentisce la narrazione di un Renzi abbandonato dagli elettori di sinistra. Qui si racconta un'altra storia. Gente semplice, vecchi militanti o giovani attivisti, storie comuni racchiuse in questo lungo inseguirsi di commenti ad un post di Enzo Puro. L’energia purissima di una comunità aperta che come l’Angelo della storia di Walter Benjamin è spinta fortemente verso il futuro ma con la testa consapevolmente rivolta verso i disastri del passato.

Letto 1342
“Come somiglia il tuo costume al mio”, storie di tantissimi dalemiani pentiti che seguono Renzi

Sentiamo spesso parlare da chi se ne è andato dal PD per seguire la fallimentare avventura di LEU o da chi, dentro al PD, si erge a difensore della “vera sinistra”, di un “nostro popolo” che ci ha abbandonato. E che ha in odio Matteo Renzi. Ho dimostrato in altre sedi che non esiste oggi, nella società frammentata e poco solida, un “nostro popolo”. Ma pur se fossimo tentati di ammettere per un momento che esista un popolo compatto che viene dalla sinistra e che ci avrebbe abbandonati, quello che che pubblico in questo articolo racconta un'altra storia.

Tutto nasce da un post scritto su Facebook, in un momento in cui mi sentivo politicamente triste; e scrivevo questo: “con Renzi ci sono tantissime persone che hanno la mia stessa storia. Che vengono dal PCI e un tempo, ahimè, credevano che D'Alema fosse un leader, il migliore”.

Ed invitavo chi mi leggeva a dichiararsi ed a mettere un commento sotto quel mio post, aiutandomi così a non sentirmi solo.

Ho aperto le cataratte ed ho avuto centinaia e centinaia di commenti (e i commenti continuano ad arrivare).

Naturalmente vista la natura del mio post e della mia storia politica la grande maggioranza dei commenti è di Renziani che provengono come me dal PCI o dai DS e anzi da quel PCI e da quei DS che seguiva (come me d’altronde) Massimo D’Alema. Non mancano naturalmente, e li ringrazio, amici e compagni che hanno altra provenienza (dal PSI alla DC morotea, dai Radicali ai repubblicani passando anche per Lotta Continua ed altro) e che so anch’essi essere tantissimi nella galassia renziana insieme a tanti nativi PD.

Viene fuori uno spaccato dei seguaci del giovane leader fiorentino che smentisce la narrazione del popolo di sinistra che se ne è andato per colpa di Renzi.

Non voglio in questa sede fare l’ennesima analisi del perché il 4 marzo il PD ha perso in maniera catastrofica, se vi interessa la mia analisi del voto potrete leggerla nei link di altri miei articoli che troverete alla fine di questo che state leggendo.

Voglio solo dire che dalla lettura dei commenti in calce a quel mio post e che quasi integralmente pubblico qui di seguito mi è chiaro che il percorso politico che ho fatto (dal PCI di D’Alema al PD di Renzi) è un percorso che ho in comune con tantissime persone e smentisce la narrazione di “tanti sinistri” su un presunto popolo che ci ha abbandonato per colpa di Matteo Renzi; forse le cose sono un tantinello più complicate.

Ma non è solo questo. Mi si conferma che quel “campo democratico” che ha in Matteo Renzi il suo leader è un campo pieno di energie purissime, fresche, vogliose di cogliere le novità del nostro tempo, spinti da una forza inarrestabile che gli impedisce di fermarsi a guardare il passato, come in quel famoso passo di Walter Benjamin sull’Angelo della Storia: “C’è un quadro di Klee che s’intitola Angelus Novus. Vi si trova un angelo che sembra in atto di allontanarsi da qualcosa su cui fissa lo sguardo. Ha gli occhi spalancati, la bocca aperta, le ali distese. L’angelo della storia deve avere questo aspetto. Ha il viso rivolto al passato. Dove ci appare una catena di eventi, egli vede una sola catastrofe, che accumula senza tregua rovine su rovine e le rovescia ai suoi piedi. Egli vorrebbe ben trattenersi, destare i morti e ricomporre l’infranto. Ma una tempesta spira dal paradiso, che si è impigliata nelle sue ali, ed è così forte che egli non può chiuderle. Questa tempesta lo spinge irresistibilmente nel futuro, a cui volge le spalle, mentre il cumulo delle rovine sale davanti a lui al cielo. Ciò che chiamiamo il progresso, è questa tempesta”.

Ma, bando agli indugi, ecco la serie dei commenti di queste centinaia di amici e compagni; sono da leggere tutti di un fiato per avere la sensazione di potenza e di forza politica che questo nostro campo esprime, una potenza ed una forza politica incomprimibile e che nessuno, a sinistra, può snobbare con una alzatina di spalle. Senza queste persone il PD semplicemente non esiste.

Silvia Orazi Non sei di certo solo caro Enzo! Io già a 12 anni segavo la scuola per manifestare con i ragazzi del vicino Liceo insieme ai sindacati e al PCI. I miei idoli erano Berlinguer, il Che, Marx......poi è venuto D'Alema che ritenevo uno dei più grandi politici dopo Berlinguer e infine ho votato, senza convinzione, è vero, Bersani prima e Cuperlo poi contro Renzi che pensavo fosse il male assoluto. Poi ironia della sorte furono proprio i primi discorsi di Renzi da Premier a ridarmi la voglia di fare politica dopo la delusione cocente di Bersani! Ora ho capito che ho sbagliato allora, ma non sbaglio adesso continuando ad appoggiare Renzi. Non per fanatismo né per tifoseria, ma perché negli ultimi anni è stato l'unico a rinnovare la politica e a portare avanti l'Italia che allora cresceva, adesso è ferma. Tutto qui.

Massimo Pagliarani Iscritto Fgci dal 75,al PCI dal 77 segretario sezione Quadraro dall'80 all'84 poi tanto sindacato, PDS, Ds e ora Pd, renziano convinto. Non sei il solo che come diciamo a Roma "se mozzica le mano"

Carla Gerino Anche io lunga militanza dal PCI ad oggi. Mai votato in modo diverso, anzi la mattina delle votazioni passavo in sezione per vedere quali erano le preferenze suggerite. Io poi aggiungevo l'ultima scegliendo quasi a caso tra le donne in lista. Sono stata fan di D'Alema, di Berlinguer, di Bersani. Ma poi ho sentito il modo diverso di parlare di Veltroni ed infine di Renzi. Ed ora non mollo più.  Seguo Renzi comunque, dovunque e sempre. Finalmente posso festeggiare gioiosa la mia militanza.

Claudia Dal Checco Certo anche io ho la tua stessa storia. Altri tempi le cose son cambiate ora sono Renziana convinta e ragionata. Sono tranquilla vada come vada le mie idee sono e saranno sempre quelle. Sempre con Renzi perché condivido le sue idee.

Gianmarco Pagetti Io sono stato segretario di sezione, il più giovane nella federazione di Milano all'epoca. Ora sono dichiaratamente liberaldemocratico

Paola Sinibaldi Vengo dalla Fgci. Sez Mario Alicata a Pietralata. Anni di lotte nelle fabbriche occupate. Un capodanno con gli Inti Illimani in fabbrica. Poi qualcosa non è più andato. Ho lasciato la sezione e tutti i miei amici compagni ma il mio voto, tranne due volte, è sempre andato al PCI, ai DS ecc... Alle ultime primarie ho votato convintamente x Renzi. Ho ritrovato con lui la fiamma che si era spenta. Quest'anno per la prima volta alla Leopolda. Il fuoco è acceso più che mai. AVANTI

Giovanni Conti Iscritto al PCI poi Pds Ds e infine al PD dove dopo un po’ di resistenze mi sono convertito al Renzismo. Dopo il referendum non ho preso più la tessera. Ormai penso che il PD, questo PD abbia perso la spinta innovativa e serva un nuovo soggetto guidato da Matteo Renzi.

Bruno Bracci Dalemiano convinto, ho creduto fermamente fosse l'uomo giusto, per portarci a governare stabilmente. Ho iniziato ad avere dubbi dopo il disastro della bicamerale. Ora capisco l'errore esiziale che ho compiuto. Ma eravamo giovani, hai ragione Enzo.

Antonella Cannone Eccomi qua, lavoravo a Paese Sera, da allora ho fatto tutti i passaggi dal PCI ai nostri giorni, passando per D'Alema, Prodi, Veltroni, Bersani. E altroché se con Renzi mi sento di sinistra oltre che in sintonia. Ho rifatto la tessera proprio per il toscanaccio ed ora l'ho sospesa di nuovo.

Orietta Di Bucci Antonella Cannone io l'ho rifatta ancor per paura che s'inventano qc per non farmi votare alle primarie

Antonella Cannone Orietta Di Bucci se si inventano qualcosa la farò altrimenti se la scordano!

Francesca Incandela Ero iscritta al P.C.I. sin da giovanissima, pur votando sempre a sinistra dopo Berlinguer non ho più rinnovato la tessera, quattro anni fa grazie a Matteo Renzi mi sono riavvicinata al PD. Renziana doc

Elisabetta Betty Bassani Vengo dal PCI. D’Alema non mi è mai piaciuto tant’è che ho votato Bertinotti. Sono renziana di ferro eppure alle prime primarie votai Bersani. Mi perdono perché credo sia normale per chi viene da questa storia avere avuto più difficoltà a capire Renzi. Poi sono andata ad ascoltarlo nel 2013 a Milano e sono rimasta folgorata ed ho capito “tutto” ciò che mi era difficile vedere prima.

Loretta Conti Ho votato PCI la prima volta che sono andata a votare, avevo 18 anni nel 1978. Da allora non ho mai cambiato idea. Ho avuto fiducia nel partito sempre, stimando i leader che di volta in volta si sono succeduti. Ho lavorato alla Festa dell’Unità prima della nascita delle mie tre figlie, poi ho interrotto per crescerle. Alle prime primarie che vedevano candidati Bersani e Renzi, ho votato Renzi non perché sentissi sfiducia nei confronti di Bersani ma perché pensavo che dare spazio ad un giovane fosse una opportunità d’immagine e di rinnovamento del partito. Alle seconde primarie ho votato Renzi con ancora maggior convinzione, cominciando a percepire la lotta nei suoi confronti da parte della precedente classe dirigente. Prima delle ultime primarie mi sono iscritta al partito per aver la possibilità di sostenere Renzi a partire dalle votazioni all’interno del mio circolo d’appartenenza e sono tornata a lavorare alla Festa dell’Unità. A queste primarie, voterò Minniti e se anche questo non dovesse bastare a riportare pace all’interno del partito, costringendo Matteo Renzi ad uscire dal Pd per costituire un nuovo movimento, smetterei di essere una elettrice del Pd e seguirei Renzi nella sua nuova formazione politica.

Domenico Caputi mi sono iscritto al PCI nell'84

Alberto Andreoni Iscritto dal ‘72. Considero quella fatta una esperienza che mi ha arricchito. Ho conosciuto e frequentato molte belle persone. Credevo alle idee che proponevamo allora al paese. Ora credo che fossero inadeguate. Credo che il PCI abbia svolto un ruolo alto e nobile nei confronti delle sorti del paese. PS: D’Alema l’ho sempre trovato presuntuoso.

Nicoletta Montelatici Pure io pur avendo sempre votato PCI ho preso la tessera del PD quando è arrivato Renzi.

Sonia Buratti Io vengo dal Pci. Anche io ho sostenuto prima D'Alema poi Bersani. Devo cospargermi di cenere? Ora sempre con Renzi.

Giuseppe Guacci Io ho 37 anni e i miei trascorsi giovanili li ho passati seguendo sempre la linea di D'Alema fino al 2007, non mi vergogno di dirlo. Per una questione di visione politica improntata al pragmatismo che si richiamava una visione della realtà delle cose rispetto alle astrattezze.

Nadia Zocchi Io vengo dal PCI mi ricordo D'Alema nella gioventù comunista al fianco di Berlinguer. Non mi ha mai convinta, la faccia da falso spocchioso l'ha sempre avuta

Adele Rossano Oggi la mia storia è Renzi.

Antonio Mele Non sei solo, non ti preoccupare.

Vittorio Xlater Sono stato elettore del PRI negli ultimi anni della prima repubblica, poi convinto sostenitore dei referendum sul maggioritario (su cui il PRI era piuttosto freddo) e iscritto alle prime manifestazioni di (Verso) Alleanza Democratica. Quindi prodiano e ulivista, e alla fine nel PD.

Caterina Manzi Mai stata del PCI ma comprendo chi può averci creduto. Io ero radicale. Tanti errori anche lì ma c’erano meno poltrone da spartire

Francesco Ripepi Ho votato la prima volta nel 1976 ed ho votato il PCI di Berlinguer. Da allora ho sempre votato il PCI, PDS, DS, PD. Ho votato Renzi alle primarie solo la terza volta prima credevo ancora nei Bersani e nei Cuperlo. Poi dopo la battaglia campale che costoro hanno fatto contro il referendum ho capito che erano solo degli ipocriti con cui non volevo più condividere alcun pensiero. Ciao.

Alba Pelagatti Renziana ultraconvinta. Mai stata iscritta al partito pur avendo sempre votato a sinistra, DAlema l'ho sempre sofferto .

Angela Nicolini Invece io, che provengo dalla sinistra DC, non l'ho mai apprezzato.

Donato D'Angelo L'evoluzione dal PCI ad oggi ma soprattutto a domani, non può che essere solo "Renzi".

Laura Angelini Non sei solo. Ci sono anch'io fra quelli!

Orietta Di Bucci Vengo dal PCI, sono stata con Berlinguer anche quando ci aggredivano sul compromesso storico e sull' austerità e quando i socialisti lo insultarono al loro congresso. Sono stata con Occhetto alla svolta e sono stata D'Alemiana per oltre 10 anni. Ho sostenuto i governi Prodi anche se mi pento di non averli difesi abbastanza. Poi Pd di Veltroni e una nuova speranza: I care. Triste però sempre di più il partito, almeno a Roma, che ha ignorato iscritti e simpatizzanti anche giovani. Infine ho cominciato a credere in Renzi e ho respirato a pieni polmoni finalmente.

Cettina Bonaffini Cara Orietta "come somiglia il tuo costume al mio".

Carlo Nebbiai Da studente ho militato nella sinistra socialista (con Valdo Spini). Craxi non lo digerivo, per cui in seguito sono uscito e ho votato quasi sempre PCI. Però un certo sistema di potere clientelare, almeno in Toscana, non mi andava e mi sono iscritto solo all'arrivo di Renzi. Ora non sono disposto a lasciare il partito nelle mani dei traditori.

Cettina Bonaffini Valdo Spini!!!! Politico serio.

Alessandra Ghelardoni Con Renzi.

Claudio Pistolesi mi sono iscritto a 12 anni alla fgci e di lì ho fatto tutta la trafila da militante e dirigente del mio paese fino al Pd. Alle primarie ho appoggiato (ahimè) prima Bersani e dopo Cuperlo. Sono un vecchio "migliorista" la svolta per me è arrivata con il referendum. Sono da sempre un riformista convinto. Oggi questa area è rappresentata da Renzi. Alle primarie voterò Minniti, ma sento forte l'esigenza di andare oltre il Pd. Non ne posso più della sinistra arcaica e fuori dalla storia. Il percorso sarà doloroso e pieno di incognite ma non ci sono alternative, ogni giorno che passa è un giorno perso.

Antonio Mele Claudio Pistolesi 12 anni?!

Claudio Pistolesi Antonio Mele sì 12 anni quando ho incominciato a lavorare.

Antonio Mele Claudio Pistolesi grande! Ti posso fare un paio di domande? Quanti anni hai? Che lavoro facevi?

Claudio Pistolesi Antonio Mele ho quasi 62 anni. Per 35 anni ho fatto l'artigiano. Avevo una azienda di infissi metallici e carpenteria. Per 10 anni ho fatto diversi lavori. Ho portato bombole del gas cherosene, ho fatto l'impagliatore di sedie, frigorista, ceramista e verniciatore di mobili. Prima di mettermi in proprio ho fatto il fabbro. Ora dopo aver pagato 45 anni di contributi sono in pensione.

Cettina Bonaffini Claudio Pistolesi così sono gli italiani per bene

Marina Tramontano Non c'è niente da vergognarsi. Noi tutti non siamo stati fanatici di qualcuno, ma persone del PCI. Ora credo che il miglior politico che ci può rappresentare sia Renzi, ma a quanto pare sta sulle scatole a mezza Italia. Non lo capisco e ne soffro, visto che poi gli elettori ci hanno portato a questo.

Luciana Scognamiglio Anch'io, sono stata iscritta al PCI, ho creduto che D' Alema fosse un grande, adesso, da anni per la verità, mi sono ricreduta, non ho stima per lui, da molti anni, è buono a demolire, non è costruttivo, pieno di odio verso chi, più giovane di lui, è riuscito a farsi largo, ha costruito ed è circondato da tanta stima!

Vittoria Bernacchia Sono stata iscritta al P.C.I e in quegli anni ho dato una mano nella sezione di appartenenza nelle varie attività. Dopo lo scioglimento del partito non mi sono più iscritta pur avendo votato sempre i vari partiti di sinistra da Rifondazione al PD, ma con poca convinzione, non ho mai sopportato D’Alema. Alle primarie ho votato Renzi solo l’ultima volta, e sono convinta di continuare per questa strada (a meno che nella sinistra non avvenga una metamorfosi con totale ricambio di persone).

Marina Tramontano Dove mi giro sento dire che Renzi è finito. Io credo che la storia gli renderà merito, ma siccome la politica è fatta di accordi e compromessi, io spero che il PD possa trovare un segretario che ci dia un po' di pace e stabilità

Giovanni Bonetti Purtroppo io vengo dalla Dc, anche se ero un sostenitore di Zaccagnini e Galloni, ed allievo di Aldo Moro.

Piera Damiani Giovanni Bonetti, non sono d'accordo sul "purtroppo", anche io provengo dalla sinistra DC, e ritengo che la storia della DC meriti rispetto, così come lo meritano tutti gli altri partiti. Poi ricordiamoci sempre che governare non è una passeggiata.

Giovanni Bonetti Piera Damiani quel purtroppo era riferito alla richiesta di Enzo Puro, io non rinnego il mio passato politico di 16 anni da consigliere come capogruppo e poi come ultimo segretario della Dc di Bracciano.

Maria Macina Stessa storia anche per me!

Franco Di Lionardo Sempre con Renzi. Alle primarie voto Minniti senza incertezze!

Marina Sciarpetta Bianchi Oggi, più di ieri. Presente.

Rita Belfiore Io non vengo dal PC non è né un merito né un demerito però D'Alema non mi è mai piaciuto. Ho preso la tessera del PD all'arrivo d i Renzi. Avvertiva una cosa nuova che mi piaceva e mi piace tutt'ora. Correggo ho sempre votato PC per le comunali. Io sono di Bologna e salvo qualche volta i sindaci designati mi davano fiducia

Agata Macchiarulo Per molto tempo il Pci non ha fatto grandi errori, gli errori sono nati da quando ha cominciato a gestire potere veramente, ma è quello che stanno facendo gli attuali honesti e vecchi forcaioli, il potere logora chi ce l’ha, altrimenti saremmo ancora ai faraoni e all’antica Roma imperiale e agli altri non toccherebbe mai governare, riaspettiamo il nostro turno e prepariamoci e che la Madonna ci accompagni.

Elena Mancini Io su D'Alema sono sempre stata scettica. L'ho votato poco convinta.

Marco Tullio Antonini Votavo PCI, votavo DS, votavo PDS, votavo PD. Ora non voto, poi si vedrà.

Paolo Gianmaria Brambilla Noi ci siamo

Guglielmo Micchi Anche da giovane il D’Alema non lo potevo sopportare...era finto e ipocrita come ora solo lo nascondeva meglio dietro la retorica comunista

Andrea Masala Probabilmente c’è un legame tra l’aver amato l’uno e l’altro. Due figure più simili di quanto si creda. Io non li ho amati ma so vederne meriti e capacità. Ma anche limiti e responsabilità. Limiti ne ha più Renzi, responsabilità molte più D’Alema. Delle quali Renzi è effetto.

Ignazio Orazio Gaggioli Ero nel PCI, adesso convinto Renziano

Angela Fontanarosa famiglia di comunisti tranquillo siamo in tanti

Vito Telesca Buondì, da buon cattocomunista, come mi chiamavano negli anni '70, ho sempre votato prima PC, Pds, Ds e infine Pd. Iscritto negli anni 90 al Pds, sono praticamente stato respinto perché dei temi di cui mi interessavo, lotta alla povertà ed accesso ai diritti fondamentali, non interessava praticamente a nessuno soprattutto al gruppo tutto dalemiano che guidava il partito. Mi sono iscritto al Pd agli inizi, ma la solfa era la stessa, mi sono reiscritto nei primi momenti di difficoltà nel corso del 2016 avendo apprezzato le politiche ed il coraggio del nuovo corso. Ecco la storia....

Giancarlo Purificati Anch'io vengo dal PCI ho sostenuto baffino e addirittura lo intervistai a una manifestazione per conto del sindacato di cui facevo parte. Oggi sono un pentito. Avanti con RENZI.

Vincenzo Faragò Mi sono iscritto per la prima volta al PCI nel 1964 e ho continuato a votare PCI e tutte le sue metamorfosi fino a oggi senza nessun problema. E sempre rimasto iscritto e militante.

Angela Marzadori Iscritta al PCI dal '68 mai stata dalemiana, ora renziana convintissima

Fiorenzo D'Alessandri FGCI 1968 Pci 1971 Pds Ds Pd. Ho amato Enrico Berlinguer ho voluto bene a Veltroni per la sua umanità mai creduto in D’Alema al quale riconosco che alcuni tratti del suo carattere sono dovuti anche a vicende umane personali dolorose e sperato in Renzi credo sosterrò Zingaretti ma ho fiducia nel popolo italiano che è migliore di come vogliono farlo apparire.

Pino Belluccia Ho fatto tutta la trafila, PCI, PDS, DS, Partito Democratico dal 1980 mai mancata una tessera, tanto tempo nella palude perché non c'era di meglio non sono pentito per il passato, adesso potremmo avere una classe dirigente con Renzi che la guida.

Mario Ricci Dal 1998, con D'Alema non ho più a che fare!

Giancarlo Lodo Anch'io ho sempre votato il Partito Comunista se per brevissimo tempo ho pensato che D'Alema fosse un leader, ma dopo le carognate fatte nei confronti di Veltroni, ho capito che era una carogna... Comunque da quando è nato il Partito Democratico è il primo segretario più Veltroni, il quale era anche il mio leader, Io fui felicissimo di votare il Partito Democratico, ma non ne fui felice votarlo quando era Bersani il segretario, Infatti l'ho votato ma tappando il naso, poi arrivò Renzi e ne fui entusiasta... persona giovane intelligente e progressista, ma soprattutto, dalle idee chiare, ma D'Alema e tutta la sua combriccola, lo hanno rovinato come Veltroni, comunque Renzi ha un carattere più forte di Veltroni è senz'altro riuscirà a riemergere e tornare alla testa del Partito Democratico se non subito ma ci arriverà ancora

Bruna Galli Sempre votato PC DS ecc. Ora PD poi non so. Anche io provengo dal PC dal lontano 68 credevo in un ideale ma con l'avvento di baffetto mi ha tolto il mio credo. Pero mi sono rimesso in moto col mio segretario Renzi ....

Franca Madioni Adoravo D’Alema anche se la mia storia è quella del PSI lombardiana!! Eravamo giovani

Mino Lombardo io provengo dal PCI e non mi vergogno affatto di appoggiare Renzi

Vincenzo Dei Giudici Condivido, e mi pare che ci sia una continuità coerente con la strategia del Compromesso Storico, praticata già negli anni 70-80, nel sindacato unitario dei Delegati di Reparto, nei Consigli di Fabbrica, nei Consigli di Zona, nella FLM (Fiom-Fim-Uilm).

Franco Renzi Io invece vengo dall'altra parte, dc, ulivo, Margherita, pd, senza paura convinto renziano, è non solo per il cognome.

Verio Massari Io purtroppo ho attaccato manifesti insieme al leader maximo e l'ho accudito anche troppo nelle terre pugliesi, quando sembrava un novello stupor mundi. Il fatto è che lui stupiva sempre, nel giusto e nell'ingiusto. Quando l'ho visto inacidirsi nel '97-'98 ho capito. Da lì in poi ho aspettato, fino all'epifania di RENZI. Il vero PCI vota Renzi!

Giorgio Casadio se ti può aiutare... sono nella medesima situazione... e non mi pentirò mai abbastanza del mio abbaglio in merito a D'Alema...

Flora Maglio Mio padre segretario sezione P.c.i. voto da sempre questo partito in tutte le sue evoluzioni.

Emanuela Moretti Io sono una di quelle!!!!

Licia Mancini Mio marito è rimasto nelle foto e nel nostro cuore dal 28 settembre scorso. Io mi iscrissi alla FGCI, mi sembra, nel '61, a 16 anni. Frequentavo le superiori e mi richiamò il Preside che era ben informato!! Ho continuato a rinnovare la tessera fino a quando Luigi Berlinguer, nominato ministro della d-istruzione, cominciò a demolire la scuola. Restituimmo la tessera tutti e due con tanto di lettera per conoscenza al Ministro (ho ancora la risposta). Abbiamo continuato a votare per il partito, grazie a Renzi. Adesso io, da sola, sono sempre per Renzi. Grazie.

Maria Federica Herzl Mi piaceva D'Alema, mi sembrava finalmente un politico intelligente, ma quando si è lasciato pirlare da Berlusconi mi è scaduto. Poi finalmente è arrivato Renzi, ha svecchiato il partito e loro invece di apprezzarlo gli hanno fatto la guerra e specialmente D'Alema. Io penso che Renzi tornerà.

Donatella Prisco Anch'io ero dalemiana, purtroppo!!

Lucia Nasel-Fioravanti Gioventù comuniste anni 70 poi PCI... Lungo periodo ad osservare poi ritorno nel 2014 con Matteo Renzi :-)

Maria Bonaria Cireddu Io ho votato PC PDS PD, sono renziana e molto probabilmente non voterò alle primarie

Rina Passerini La mia storia: 8 anni pioniere, 15 anni fgci, 21 anni PCI. Dalla svolta non più tesserata ma ho sempre partecipato, combattuto discusso ecc. Con Renzi ho ripreso fiducia e lo ho sostenuto spada tratta, ma in questo partito un uomo come lui non ha futuro, molti sono stalinisti gli conviene fare il senatore essere attivo ma non nella mischia. Fra qualche anno tornerà a governare e io ci sarò.

Maria Serina Io provengo dal partito popolare poi margherita ma sono convintamente renziana perché il suo progetto politico lo condivido completamente. Noi lottiamo per portarlo avanti.

Vanna Pacchiana Ho iniziato a 10 anni a portate l’Unità nel paese dove abito adesso, perciò sono passata dal Pci seguendo tutta la trafila ma in tutti questi anni (ne ho adesso 69) devo dire che D’Alema non l’ho mai potuto soffrire

Rosanna Dado Sono cresciuta in una famiglia che votava PCI. Mio padre fan di Enrico Berlinguer (niente a che vedere con una certa carta bianca riciclata!). Ho seguito i loro insegnamenti e indirizzi politici. Fan di D’Alema da sempre.......prima del fattaccio!!! Non ne voglio più sapere di lui e di tutti i suoi amici di merende!!! Sono orgogliosamente renziana della prima ora, e continuo convinta a seguire Renzi perché quando parla esprime parola per parola quello che penso!!! Probabilmente ho anche un "caratteraccio" come lui!!! Oggi vanno di moda i voltagabbana, gli odiatori, gli "ignoranti", quelli delle promesse facili a spese degli altri, i furbi, gli evasori, ecc. Loro sì che hanno un buon carattere!!

Livia Maccio' Rosanna Dado, anche mio padre era un sostenitore di Enrico Berlinguer.

Alfonsina Oftinger Beti Io condivido Renzi! Ma ti capisco

Gianpiero Ferretti Ho sempre votato PC e sempre sostenuto il segretario; oggi sono nauseato dai vecchi dirigenti e stimo solo Renzi e i riformisti

Lorena Leoncini Quanto l’ho seguito, quante discussioni, quante volte l’ho difeso, quanti eventi a giro per l’Italia. E poi accorgersi che è’ un ometto cinico, rancoroso, pieno di ambizioni insoddisfatte e pure di cattiveria, si può dire? Una delle più grandi delusioni dei miei 40 anni politici. Ma anche uno dei motivi per cui non mollo Matteo e il “renzismo”.

Paola Valeri Non ero dalemiana ma lo stimavo ahimè

Floriano Marchetti Enzo Puro Io ero nella FGCI quando segretario era proprio D’Alema

Franca Foschini Tranquillo non sei solo

Mariaelisa Botta Stessa storia anche per me adesso dà quando c'è RENZI io sono una RENZIANA sfegatata

Lucia Mastrofrancesco Non sei solo. Anche io ho creduto a D'Alema che ci veniva presentato come un grande e si è rivelato un personaggio piccolo piccolo.

Antonella Padulazzi Brenci Anch’io vengo dal PCI e sono d’accordo con te, Renzi è l’unico che poteva salvare questo paese di capre.

Paolo Bizzarri Io ho sostenuto D'Alema e soprattutto ho sostenuto, nella mia esperienza sindacale, la componente comunista contro quella socialista. E devo dire che i primi dubbi su dove fossero i cattivi mi vennero già in quegli anni. Circa 20 anni fa.

Paola Mondon W Renzi e il riformismo! SIEMPRE!

Maurizio Belmonte Come ti capisco. Non ho una storia come la tua dentro il partito ma sono da sempre del pci, pds, ds, pd. Stravedevo per D'Alema e non sono stato un renziano della prima ora. Non lo votai alle primarie la prima volta, ma votai Bersani. Quanto tempo buttato appresso a questa gente. Ora mi considero un renziano convinto anche se atipico. Nutro alcune riserve quanto a stile oratorio, ma non vi è dubbio, a mio avviso, sulla distanza siderale tra la sua visione ed il suo coraggio e quelli, chiunque altro, a sinistra e non.

Rina Cadau Io c'ero e ci sarò: sempre di sinistra e con Renzi!

Emilia Bramucci Non lo ero non lo sono mai stata ma vi comprendo. Sono con Matteo Renzi è ci sarò sempre

Massimiliano Santoro Vengo dal PCI e sono Renzianissimo!

Serenella Grassellini Non ho mai preso la tessera ma votato sempre ds e poi Franceschini (povera me) e poi Renzi

Anthony Withdown Io stesso percorso anche se non sono mai stato iscritto, ho sostenuto Occhetto prima, D'Alema, Veltroni, Bersani poi, esaltandomi per poi avvilirmi come in un gioco dell'oca dove si ripartiva sempre dal via. Oggi sono convinto della bontà del progetto Renzi, Bellanova, Calenda, Minniti e tutte quelle donne e uomini per bene che abbiamo la fortuna di avere nella nostra comunità.

Peleggi Gianluca Io resto un "renziano", ma la fragilità storica delle nostre divisioni mi porta ad anteporre sempre l'interesse del partito alle dinamiche interne tra i suoi rappresentanti.

Gianna Pieragostini Super D'Alemiana.....

Silvia Schiavi Sempre votato da quella parte, mai preso la tessera, ora renziana xxl, non sei solo siamo in tanti a crederci... il tempo è galantuomo!!!!

Lenina Donini Anche io sono stata D’Alemiana, perché mi piaceva la sua intelligenza e la capacità di approfondire. Ma quando è venuto allo scoperto, in modo indubitabile, la sua invidia rancorosa e vendicativa l’ho abbandonato immediatamente. Non rinnego niente, vado orgogliosa del mio passato, ma sono convinta che soltanto Renzi può rappresentare il futuro!!!

Tonino Puca Sono stato PCI, PDS, DS e PD fino al 2013 iscritto, adesso sto con Matteo Renzi punto.

Livia Maccio' Sono cresciuta nelle sezioni del PCI con un padre iscritto al partito dal 1942 (a 18 aa). Da bambina leggevo “L’albero del riccio e altre fiabe per la buona notte” di Antonio Gramsci e conoscevo a memoria i canti partigiani. Insomma, molto comunista. E sono qui, “renziana convinta”.

Max Bindi È dal 2013 che mi dichiaro renziano.

Araldo Lunardi Bufale d’antiquariato: 1) D’Alema è intelligente 2) Bersani è lucido

Luciana Strina Io avevo grande stima di D’Alema, ma il corso degli eventi me lo ha fatto vedere come effettivamente è....negli anni tante sono state le delusioni!

Maria Grazia Senesi Certo che siamo con te, io almeno lo sono, non sono mai stata comunista anche se ammiravo Berlinguer, ma solo lui e dopo di lui il deserto, ma ho sempre provato brividi di puro orrore di fronte al vampiro, non saprei in quale altro modo chiamare un tizio falso più di Giuda che gode nel veder soffrire e morire i suoi avversari, uno dopo l'altro, senza mai perdere un colpo. Un non morto. Uno cattivo dentro

Gian Piero Rossi Non sono mai stato DALEMIANO. E ho sempre osteggiato la sua linea politica.

Guglielmo Federico Io uno dei tanti delusi da una sinistra immobile, con tanti bei propositi tante parole e niente fatti, anzi no un fatto bisogna riconoscerlo quello di aver tirato la volata a questo governo.

Moreno Pernazza Mio nonno era PCI mio padre PCI mio fratello PCI io PCI, abbiamo fatto tutta la metamorfosi, ora tutta la mia famiglia è orgogliosa di essere Renziana

Peter Angelo Io vengo dalla DC corrente De Mita.

Giovanna Tarenzi Guarda Enzo immagina figlia di partigiano cosa potevo votare. Pci con D’Alema mia mamma stravedeva per lui poi si cresce, vedi certe cose che non vanno, quando arriva Renzi mio marito me lo ha decantato, ha capito subito che era un bel personaggio e così mi ha fatto innamorare ora non sentirti più solo ciao

Laura Madusso Anch'io iscritta Fgci, segretaria circolo, responsabile di zona, segreteria provinciale, direttivo nazionale proprio con il baffetto segretario...scuole di partito, frattocchie ecc. Ho conosciuto Giuseppe D’Alema (altri tempi) conoscevo bene Massimo. Sempre stato un po' spocchioso e poco...propositivo, non mi è mai piaciuto era borioso e pieno di sé anche quando eravamo a tavola... Un professionista della politica già a 24 anni. Poi il ritorno al "privato" come si diceva 40 anni fa. Sempre votato PCI- PDS- DS- PD. Dopo la morte di Berlinguer mi sono allontanata. Ho seguito in modo abbastanza distaccato tutte le vicissitudini seguenti. Il motivo? La delusione. Nella mia realtà ligure, ho visto andare "avanti" tanti " molto molto ossequiosi e allineati con la federazione. La situazione in Liguria è ancora molto difficile...la verità? Ho iniziato ad appassionarmi alla politica piano piano proprio con l'arrivo di Renzi. Ho visto un partito aperto, propositivo. Basta con le vecchie sezioni piene di fumo, con le relazioni scritte, il dibattito bolso. Si poteva essere di sinistra in maniera diversa. Mi sono iscritta di nuovo. Ho sognato in questi pochi anni. Ora, come tanti di noi, vivo un incubo ad occhi aperti. Sia per i balordi al governo, sia per lo stato di catatonia del PD. E spero con tutta me stessa che non finisca tutto in modo così assurdo. Ps. Ieri per la PRIMA volta sono andata sulla pagina di Salvini. Non posso dire la costernazione nel vedere, tra i miei contatti, iscritti a quella fogna di pagina, molti, troppi vecchi "compagni" che attraverso PCI e tutto ciò che vi gravitava attorno hanno fatto carriere di tutto rispetto. Ora se ne fregano e tirano diritto. Ecco, come vedi non sei solo, anzi. Fabio Milito Pagliara Lo votai alle Europee a D'Alema, me ne dolgo ancora :'(

Antonella Cavallini Presente, stessa tua storia.

Mariastella Gallo Buona sera. Io ho sempre votato PCI fino a quando è esistito e poi sempre il più grosso partito della sinistra. Alle primarie tra Bersani e Renzi, ahimè, ho votato Bersani. Poi sempre Renzi e mi sono iscritta al PD per Renzi. Ora lo seguirò dove sara'!

Elisabetta Pelagi Mai stimato. Socialista.

Luigina Falchero Ho fatto la mia prima tessera del PCI nel 1979 e ho visto tutte le fasi evolutive fino ad oggi con Renzi, alle primarie non lo votai, non ne ero convinta poi mi sono dovuta ricredere e oggi mi considero una fedelissima sostenitrice. Sei in buona compagnia e non c'è proprio nulla di cui vergognarsi.

Antonio Palmegiani Enzo Puro io mi dichiaro sono stato dalemiamo provenendo dai Ds calabresi quando pensavamo che D’Alema fosse un leader. Renziano della prima ora quando perdemmo le primarie ed ora sostengo Minniti. Un abbraccio.

Paolo Faccenda A me D'Alema ha sempre fatto l’effetto delle supposte di glicerina

Mariella Saiu Busetto Posso pentirmi di aver votato D’Alema ? Quello passava il convento! Adesso...Renzi sempre!

Peter Angelo D'Alema era per la sinistra l'illusionista meno male che è stato scoperto

Adriano Amato Però Enzo, io sinceramente non me la sento di pentirmi su D'Alema, è lui che è cambiato non io. E parlo di politica, perché come uomo stronzo era, e stronzo è rimasto.

Sandro Cabua Orgogliosamente sempre tesserato PCI, PDS, DS, PD. Sono stato un fervente sostenitore di Massimo D'Alema, adesso quando lo vedo mi viene il voltastomaco.

Sciltian Gastaldi Io non vengo dal PCI ma dal PRI e dal PR, approdato al PDS via Alleanza Democratica. D'Alema mi è stato simpatico in un periodo brevissimo, perché era contro la Bolognina e io invece molto a favore. Sono stato occhettiano e poi veltroniano e quando D’Alema fece rovesciare l'esito del voto dei segretari di sezione per farsi eleggere segretario (te lo ricordi Guido Laj?) la presi talmente male che uscii dal partito dove ero entrato nel 1991. In seguito ho sempre appoggiato tutti quelli che erano contro D'Alema, ma non apposta, è semplicemente andata così. Ho anche votato Rosa nel Pugno e ne sono stato candidato al Comune, quando appunto D’Alema diceva che era una cosa inutile. E sbagliava anche allora.

Guido Laj Sì ricordo bene

Raffaella Dinicoli No, mai considerato D’Alema il migliore, solo il più aggressivo ed arraffone. Dopo Enrico Berlinguer il migliore solo Matteo Renzi. Vedo che non mi sono sbagliata.

Clara Minorini Matteo Renzi sempre...!!!!

Oriana Merighi dal PCI a PD, solo RENZI

Laura Zenarollal stesso identico cammino, stessa storia.

Lucio Lodi Ho la tua stessa storia.

Loredana Livrone Io sono pentita....mi ha preso in giro

Gabriella Spiga Enzo Puro sono 40 anni che voto a sinistra quindi li ho votati tutti poi è arrivato questo ragazzo di 38 anni e mi ha fatto riappassionare alla politica sono ancora del PD ma se Renzi andasse via lo seguirei perché non mi piace più un partito che guarda indietro io voglio guardare Avanti quindi sono Renziana e orgogliosa di esserlo

Vanda Dell'Uomo Gabriella Spiga idem in tutto!

Bruna Viola Iscritta al Pci, frequentato sezioni fumose, distribuito l'Unità, trascorso le ferie alle Feste dell'Unità...ecc. La storia è come la tua. Ho votato pure No a quanto proponeva Occhetto. Tra Veltroni e D'Alema scelsi D'Alema... Direi che non ne ho azzeccata una. Ho votato Bersani alle primarie (recidiva)...da quelle successive ho votato Renzi e, oggi, lo rivoterei. Alle prossime primarie voterò chi riconoscerà i nostri errori, ma non rinneghi quanto di positivo fatto dagli ultimi governi Pd.

Adriano Bordoni Vengo dal P.C.I. quando si andava a vendere L'Unita porta a porta.

Pierangela Franzini Matteo è unico, è pulito!!! Mi ha fatto di nuovo appassionare alla politica, alla giustizia sociale, prima solo Enrico Berlinguer!

Marina Rossi Io arrivo dai pionieri...può bastare?

Carmen Santiago Io provengo dal PSI, sia da parte di mamma che di papà. Ho votato credo un paio di volte PCI, ai tempi di Berlinguer.

Loretta Bricca Vengo anche io dal PCI ma non ho mai sopportato D'Alema. Ora e per sempre convinta renziana

Manuela Athos Callegari Non sei solo!

Antonio Mancuso Anch'io vengo dal PCI, e ne vado orgoglioso. alle primarie ho votato Renzi e lo rifarei.

Gilda Boromello Io votavo dc, poi partito popolare Ora sono felicemente di sinistra, ma ancor di più renziana convinta, Renzi? Unico, il migliore

Vanda Dell'Uomo Idem Enzo, militante attiva ai tempi di Berlinguer, piansi per mesi la sua morte, li ho votati tutti, purtroppo, ho continuato a farlo spesso tappandomi il naso, con Renzi è tornata l’antica passione, mi ha fatto sentire parte di una comunità e indietro non voglio tornarci, se si è convintamente condivisa una linea, una idea di paese indietro non si può tornare! Avanti sempre con Matteo

Miriam Andreoni Da quando voto ho sempre votato PCI PDS DS PD...sono credibile??

Alberto Zanella Figlio di comunisti che per questioni anagrafiche ha votato PCI solo nelle amministrative del 1990 (finite malissimo). Socio fondatore del PD e di sinistra liberale. Non posso non sentirmi umiliato quando alcuni candidati alla segreteria dicono che dobbiamo chiedere scusa per i nostri risultati di governo. Sto arrivando in fondo alla pazienza.

Pierluigi Couzzi Che Devo aggiungere? Sono con te, soprattutto con Matteo Renzi

Viola Angiuli Enzo, io mi sono sempre dichiarata, sul mio profilo è scritto “sono orgogliosa della mia storia politica, PCI PDS DS e PD, ho scritto ieri un lungo post perché alcuni renziani della prima ora mi hanno fatto pervenire l’invito ad aderire a Matteo Richetti. In primis ho risposto urlando che io sono sempre renziana!!! Basta con questi cambi di casacca!

Loredana Brunetti Purtroppo siamo in tanti nella stessa barca! Con rammarico un po’ pentita ma ora ORGOGLIOSAMENTE RENZIANA!

Donatella Fanini No, mai pensato Enzo Puro

Alessandra Serra Io sono stata dirigente nazionale FGCI. Anche iscritta al Pci però ho fatto giusto in tempo a votare per scioglierlo.

Raffaele Pizzati Alessandra Serra te possino.

Alessio De Giorgi Guarda Raffaele che pure io ho una storia simile

Francesca Figlino Sono con te

Lauro Carli Condivido in pieno, purtroppo anche il giudizio su D'Alema.

Daniele Gazzarri Non faccio fatica a dichiarare il tuo stesso percorso. Ho creduto in D'Alema, lo ho considerato un grande e fine politico anche quando faceva finta di far fare al partito opposizione (ed era già spartizione). Non rinnego le mie idee, però, (ho pudore, in questa epoca, a dire ideali) che mi son state trasmesse da genitori e nonni che hanno conosciuto e affrontato il primo fascismo. Vedo nella politica sociale di Renzi la migliore possibilità per conciliare il progresso con il rispetto dei più fragili. Certo, ho il vantaggio di esser fiorentina...

Franca Cisternino Non ho mai creduto in D'Alema. Dopo Berlinguer il diluvio. Poi dall'arca è uscito Renzi. Se non fa il suo partito non so se voterei questo PD.

Marta Clementi Anche io ho sempre votato PD, comunque si chiamasse. Renzi mi ha riavvicinato ad una speranza di cambiamento e lo ho sempre sostenuto. Non è perfetto, ma chi lo è? E comunque mi ritrovo nel 99% di ciò che dice!

Daniele Rustichelli Dalemiano deluso

LINK SU ANALISI VOTO ED ALTRE COSE.

Come è nato questo odio verso Renzi, il malaussene italiano? 

E’ ora di restituire l’onore a Maria Elena Boschi 

La damnatio memoriae di Matteo Renzi, il tentativo è quello di cancellarlo dalla nostra memoria patria 

Il balzo della tigre di Matteo Renzi, la nuova fase l

Turaneide, al governo oggi quell’Italia consociativa che ha fatto fuori Matteo Renzi 

Scoop di Manrico social: le confessioni di un dalemiano pentito che ha deciso di collaborare 

Letto 1342

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Enzo Puro

117 articoli pubblicati per un totale di 760'539 letture
Aggiornato al 31 marzo 2018

 

www.facebook.com/pensieropuro