Ho visto riforme che voi umani…

Nell’ultima settimana, il governo ha approvato riforme mirabolanti, che voi umani non riuscite nemmeno ad immaginare. L’Italia è l’unico Paese al mondo dove si avrà il reddito di cittadinanza, pagato dagli immigrati, dopo essere stati censiti nei campi rom ed aver saldato la flat-tax sulle pensioni d’oro, ma solo se riescono a togliere la scorta a Saviano, e senza vaccinarsi.

Letto 2483
Ho visto riforme che voi umani…

La settimana è iniziata con un evergreen, la lotta senza quartiere agli immigrati, soprattutto se neri, poveri e stanno annegando in mare. Tra porti chiusi, secondo il Ministro dell’Interno Salvini, aperti, secondo il Ministro dei Trasporti Toninelli, semi socchiusi, secondo un terzo Ministro a caso, tanto è uguale, il governo ha posto fine a questa vergogna. Nell’occasione, hanno dichiarato anche guerra a Francia, Germania, Tunisia, Malta, Spagna, che continuano imperterriti a suonarcele di santa ragione, ma dovreste sentire quante gliene hanno dette (e in quattro lingue diverse).

Certo, la guerra sarà ancora lunga e finora grandi risultati non si sono visti, e se notate che barconi di migranti continuano ad arrivare, verosimilmente, è perché non gli è ancora giunta la notizia che abbiamo il nuovo Ministro degli Esteri Salvini. Appena lo sapranno, sicuramente continueranno a partire, ma non si può avere tutto nella vita.

Il Governo del cambiamento poteva accontentarsi di affondare le navi con i migranti sopra e dichiarare guerra a mezza Europa? Ma no, ha buttato il cuore oltre l’ostacolo, ed ha aperto le ostilità anche al riso asiatico, all’involtino primavera cinese, al sushi giapponese, alla paellas spagnola, alla quiche lorraine francese, alla birra bavarese, al fish and chips inglesi, al salmone norvegese, al cous cous arabo…

Ma perché? Si sarà chiesto qualcuno, sono piatti così buoni. Sicuramente più digeribili della nduja calabrese. Infatti, la nduja con quel nome, è stata sicuramente portata da qualche marocchino, insieme al grano saraceno. Guerra anche alla nduja e che non se ne parli più.

È finita la pacchia anche per i rom, che adesso saranno tutti censiti, e tutti noi potremmo sapere chi sono, quale età hanno, e in quale campo nomadi, attrezzato dal Comune, vivono (come se ce ne fregasse qualcosa). E se qualche disfattista osa affermare che già lo sappiamo quanti sono, di quale nazionalità e in quale campo, sempre attrezzato dal Comune, vivono, è proprio perché sono già censiti e registrati, potete sempre rispondere: e allora il PD? E vi sentirete immensamente meglio.

Subito dopo partirà il censimento dei raccomandati. Quali raccomandati? Quelli che fanno i Ministri e i Sottosegretari, senza alcuna competenza ed esperienza? Macché, imbelli che non siete altro, i raccomandati nella Pubblica Amministrazione, incominciando dalla RAI.

Vasto programma, direbbe qualcuno, ma i nostri eroi indomiti non si arrendono così facilmente. Se di censimento dobbiamo vivere, di censimento moriremo. E poi è facile scovarli, raccomandati, sicuramente comunisti e pure un po’ froci e lesbiche, si riconoscono perché sono quelli che comprano i libri di Peppa Pig ai figli. Vi pare a voi che un genitore serio farebbe leggere simili sconcezze? Ha detto il Ministro della Famiglia, Lorenzo Fontana. Via tutti, licenziati in tronco a raccogliere i pomodori a tre euro l’ora nei campi, insieme agli immigrati.

Ma se li raccolgono già gli immigrati, gli altri che fanno? Hanno due possibilità: o raccoglierli a metà costo, o chiedere il reddito di cittadinanza. Con turni di otto ore a settimana, esattamente come quelli che andranno a lavorare gratis nella PA, al posto dei raccomandati. Lo ha detto il terribile Ministro del lavoro Di Maio, quello che non ha mai lavorato in vita sua, e si capisce anche il perché.

Del resto, questa storia di volere un reddito dopo aver lavorato deve finire. L’ha detto l’ideologo De Masi (dopo essersi fatto saldare la fattura da 180.000 euro). Roba dell’altro secolo. Loro sono il cambiamento, mentre, si sa, la sinistra è per la conservazione.

Ma se tutti lavorano gratis, come si pagano le pensioni? Semplice, tagliando le pensioni d’oro e ridistribuendo le risorse ai pensionati al minimo. Ammettiamolo, anche la motivazione che le ormai poche pensioni cosiddette d’oro sono frutto di contributi regolarmente versati, e che la Cassazione ha già detto che non possono essere toccate, è un argomento fiacco, tipico della sinistra radical chic. Nulla in confronto agli argomenti che tirerà fuori il Ministro per spiegare al popolo come cancellerà la Riforma Fornero, la stessa che ha abolito il calcolo retributivo con cui erano calcolate per l’appunto le pensioni d’oro, per poi tagliare le stesse pensioni, senza incartarsi. Stanno già preparando i fuochi d’artificio.

E poi chiuderanno l’ILVA e, al suo posto, costruiranno un bel parco giochi, in cui lavoreranno otto ore a settimana quelli che hanno il reddito di cittadinanza. Venderanno tutte le scorte di Saviano e costruiranno parcheggi in ogni città. Con i soldi risparmiati sui vaccini, (dieci sono troppi, ha detto il famoso immunologo e Ministro della Sanità Salvini), costruiranno interi nuovi reparti negli ospedali per malati terminali di morbillo e differite. Venderanno pure l’aereo di Renzi e ci pagheranno le spese legali di Anzalone e della Sindaca Raggi.

Sarà festa il sabato, la domenica e il lunedì. E facciamo anche il martedì, tanto poi ci mandano la pensione a casa, dopo aver abolito la Fornero e tagliato le pensioni d’oro, pagando la flat-tax e facendo il cumulo con il reddito di cittadinanza a quota 100, meno le accise, più il censimento, con quattro vaccini e due raccomandati rom a casa tua. In questo modo i conti dovrebbero tornare.  

D’altra parte, mafia, ‘ndrangheta e Sacra Corona Unita potranno riciclare in santa pace il denaro sporco, subito dopo aver abolito il tetto al contante, e pagato la flat-tax. L’economia deve girare e, signora mia, lei nemmeno immagina quanto chiede di stipendio un pusher. D’altra parte, visto l’andazzo, sembra l’unico lavoro serio rimasto. Insieme alle puttane, infatti il Ministro delle Finanze Salvini le vuole tassare, tanto poi i papponi hanno, anche loro, la flat-tax e quindi ci guadagnano. Le puttane, invece faranno richiesta del reddito di cittadinanza. I turni sono buoni, solo otto ore a settimana.  

E se siete tra quelli che, a fine settimana, si sono accorti di non aver guadagnato un solo centesimo, dopo queste mirabolanti riforme, anzi la rata del mutuo è pure aumentata e la banca vi ha scritto in una lingua sola “devi pagare”, potete stare tranquilli. È solo perché vivete nel mondo reale.

Per tutto il resto, c’è il ministro Tria, quello che, secondo il Ministro tuttologo Salvini, parla come Padoan: "il rapporto debito/pil ha iniziato un chiaro percorso discendente, un'evoluzione che è bene non mettere a repentaglio perché il consolidamento di bilancio è una delle condizioni necessarie per mantenere e rafforzare la fiducia dei mercati, fiducia imprescindibile per la tutela delle finanze pubbliche, i risparmi degli italiani e la crescita".

Letto 2483

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Bianca La Rocca

19 articoli pubblicati per un totale di 39'227 letture
Aggiornato al 31 marzo 2018

www.facebook.com/bianca.larocca