Analisi del voto: quanto è antipatico Renzi

“Se tutti i documenti raccontavano la stessa favola, ecco che la menzogna diventava un fatto storico, quindi vera.” George Orwell

Letto 10820
Analisi del voto: quanto è antipatico Renzi

Questa ho bisogno di raccontarla.

Domenica, splendida giornata di sole, decido di fare una lunga passeggiata al Parco delle Tombe Latine. Uno dei più belli e meno noti di Roma, poco frequentato e che ho la fortuna di avere a poche centinaia di metri da casa mia.

Incontro i miei dirimpettai. Una coppia di mezza età, come me e mio marito. Gente perbene, con il figlio ingegnere che lavora a Londra. Partito anni fa, come la mia, geografa a Montreal.

Casa di proprietà dignitosa, uguale alla mia. Seconda casa al mare, mentre io preferisco la montagna. Auto di famiglia. Pastore tedesco al guinzaglio, mentre io preferisco i gatti, tanto da averne due.

Lui ha in mano l'ultimo libro di Cottarelli, io quello di Barbano.

Insomma, gente normale, tranquilla, che lavora, vota informata, legge i quotidiani, segue i TG, partecipa alle manifestazioni sui diritti civili. Va in vacanza, a mangiarsi una pizza il sabato sera, ogni tanto pure allo Stadio per la squadra del cuore. Gente serena, senza grandi problemi, come lo siamo io e mio marito e come lo sono milioni di italiani.

Inevitabilmente, il discorso cade sul governo. Fa schifo, fa decisamente schifo, diciamo quasi in coro.

Lui aggiunge, sono ridicoli e pericolosi. Soprattutto pericolosi, preciso io.

Annuiamo convinti.

Mi domando cosa stia pensando chi li ha votati, affermo.

Che non li voterò più, dice lei, dopo un lungo sospiro. Strabuzzo gli occhi. Non mi dire che tu...

E sì, sono stata indecisa fino alla fine, e poi ho votato 5stelle. Non mi dire niente, sono tre mesi che mio marito mi sta facendo il cazziatone.

No, non ti dico niente, ma spiegami perché? Capisco il giovane che nulla fa e nulla vuole fare, ed aspetta giustamente il reddito di nullafacenza. Capisco l'idiota che pensa che togliendo i vitalizi, lui dopo potrà mangiare caviale tutti giorni, mentre non ha capito che il guadagno sarà di 50 centesimi ad italiano e, molto probabilmente, non vedrà neanche quello. Capisco anche lestofanti, evasori fiscali e mafiosi che, con un governo di incompetenti, incapaci e conniventi, stanno pregustando la pacchia che li aspetta. Capisco i razzisti e gli odiatori frustrati, che scaricano i loro fallimenti su donne, immigrati, gay, tranne che sulla scarsità della propria materia grigia. Ma tu? Tu non sei come loro. Perché?

Non lo so. Mi stava antipatico Renzi.

Lo hai invitato a cena e si è messo le dita nel naso?

Ride. No, ma che dici...

Salvini e Di Maio ti telefonano tutti i giorni e ti raccontano barzellette? Te lo chiedo, perché io vorrei capire questa cosa sull’antipatia che suscita Renzi e, dal momento che non riesco ad inquadrarla in nessuna analisi politica, vorrei saperne di più.

È in imbarazzo. Tace. Molto probabilmente non la comprende nemmeno lei e conclude, quasi esasperata: pure lui, però, lo poteva fare l'accordo con i 5stelle...

E no, cara mia, non poteva. Sapessi quanto gli stanno sulle scatole quelli come te. Perché rischiare di diventare simpatico?

Ride nervosa...

Un ultimo consiglio. Comincia a mettere i soldi da parte. Renzi, da quell'antipatico che è, la tassa sulla prima casa te l'ha tolta. Con questi simpaticoni, invece, non si sa come andrà a finire e se avremo ancora una casa. In compenso, ci faremo tantissime risate.

Il sepolcro dei Valeri ci osserva severo. Lo guardo anch’io e sento nel vento parole antiche: analisi del voto, comprendere il popolo…

Sì, ma contattare anche lo psicanalista. O, almeno, rileggersi Orwell.

Letto 10820

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Bianca La Rocca

19 articoli pubblicati per un totale di 39'227 letture
Aggiornato al 31 marzo 2018

www.facebook.com/bianca.larocca