Future Alleanze

Accordo tra PD e Mdp, ma solo se Renzi si arruola nella legione straniera

Letto 5785
Future Alleanze

E' bastato ascoltare alcuni interventi al convegno di MdP per farmi le idee chiare. Anzi chiarissime.

Questa sigla fra l'altro -MdP- pensateci, è stata creata apposta, stimola la fantasia e ci si arrovella un po' per cercare di capire che cavolo vuol dire, ma questo non è l'argomento principale...

Dicevo che bastava ascoltare, e infatti io ho ascoltato per primo Bersani sostenere restando serio, che un accordo con il PD si può trovare. E li chiunque si ferma convinto di vedere una svolta ... che Bersi sia rinsavito? Che finalmente abbia capito, che senza il PD il partito dei fuoriusciti non può andare da nessuna parte? Niente del genere, questa sarebbe una conclusione del tutto ragionevole, una presa d'atto, e quindi per questo assolutamente impossibile.

La teoria a cui pare sia arrivato tutto il gruppo dirigente del mini-partito è questa: "Si deve parlare e trattare con tutti gli ex compagni del PD, ma non con il segretario".

Quindi l'accordo con il PD può funzionare, anzi loro lo cercano, lo desiderano, convinti che dall'alto del loro 2/3 % possano dettare legge. Ma tutto questo, ecco la premessa, può funzionare solo se Renzi sparisce, se si arruola nella legione straniera, se viene chiuso in un pozzo, oppure se qualcuno gli fa un incantesimo qualsiasi, che sia con una mela o con un carciofo, perché finalmente si addormenti a tempo indeterminato...

E mica con una soluzione a portata di mano come un bacio d'amore...no no no. Il contro-incantesimo non lo hanno ancora deciso...

Il pensiero che Renzi, ora Segretario Nazionale del PD, sia stato eletto con il 70% dei voti, sia con il voto interno che con il voto dei simpatizzanti, è un qualcosa di così evanescente nella mente di Bersani, che io credo non si sia soffermato nemmeno cinque minuti a riflettere. Ma pare che Bersani non sia il solo, a questa squinternata strategia partecipano ovviamente Speranza, il delfino ma per fortuna di una razza ormai estinta, e il grande politologo D'Alema, quello che dopo aver affossato tutti i leader del centrosinistra, non può sopportare di essere riuscito solo a scalfire l'ultimo, uno che per giunta si è già rialzato in piedi.

Che peccato non esistano più i fotoromanzi, perché io ho immaginato le sceneggiature e soprattutto le espressioni del viso di Speranza, Bersani e D'Alema mentre discutono di argomenti inutili come questo, e magari ci si poteva persino inserire un passo di flamenco di Gotor.

Letto 5785

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.