Non se ne può più dei comunisti o pseudo

Questi signori in nome di una coerenza tutta loro vanno imperterriti e consapevoli verso la autodistruzione

Letto 7694
Non se ne può più dei comunisti o pseudo

Hanno sempre da insegnarti qualcosa; anche se, l'ideologia ha fallito; il partito era scomparso, l'unione con la margherita lo ha tirato un po’ su.

Nel ventennio Berlusconiano per vincere sono ricorsi ad un democristiano.

Ora che sono, giustamente, minoranza non rispettano le basilari regole della democrazia e rivendicano la loro individualità e libertà di coscienza (avrei voluto vedere ai tempi di Natta, Berlinguer ecc. ecc.).

Il loro massimalismo li porta all'estinzione; si l'estinzione.

Se Renzi si dimettesse, il PD non andrebbe oltre il 15% (ecco perché non vogliono si dimetta).

Ormai non li crede più nessuno, sono inaffidabili.

In questi anni i lavoratori sono andati sempre peggio e loro sempre meglio, sempre più imborghesiti.

Si sono ingrassati con la recita della difesa dei lavoratori.

A casa della signora martire Bianca Berlinguer e marito Sen. Manconi, entrano 30.000 euro al mese.

D'Alema spazia fra tenute vinicole e barche a vela; Bertinotti ormai è un presenzialista dei salotti romani; i sindacalisti hanno il regime pensionistico privilegiato; i segretari del sindacato guadagnano 300.000 euro l'anno.

Tutti sistemati bene, tutto alle spalle dei lavoratori.

I fuoriusciti dal PD uniti a SEL non hanno portato alcun voto; questa è la dimostrazione che la gente, salvo quei pochi nostalgici, stiamo parlando del 4% (rifondazione, Sel, SI e altri) che prima o poi si stancheranno, non li segue.

Il giornale di partito è già le terza volta che ha bisogno di essere salvato; neanche i contributi del partito riescono a sostenerlo; non viene venduto, anzi nessuno lo compra.

La gente vuole soluzioni ai problemi, e loro non danno risposte.

Il progetto del PD e prima dell'Ulivo, era basato su uno spostamento verso il centro per essere maggioranza di governo; semplicemente perché si erano resi conto che il messaggio di sinistra non riceveva più consensi. I fatti lo dimostrano.

Renzi ha vinto le primarie sia tra gli iscritti che fra gli elettori del PD. Il logoramento della sinistra DEM farà più male al partito, come lo sta già facendo, che a Renzi.

Il bello è che imperterriti e consapevoli vanno verso l'autodistruzione.

Però, per darsi un tono, lo fanno invocando Gramsci, Berlinguer..... sono sicuro che se oggi Gramsci e Berlinguer potessero vedere il risultato della loro politica di questi pseudo-comunisti, li prenderebbero a calci in culo, a cominciare da D'Alema, Bersani, e poi le loro controfigure, Cuperlo e Speranza.

Direi a questi signori che il M5S è diventato realtà con la segreteria Bersani; quando c'è stato l'esodo dei voti da sinistra a M5S. Oggi il PD mantiene sempre 7 punti percentuali in più di quelli che ha raccolto Bersani alle politiche del 2013.

Letto 7694

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Francesco Coraggio

10 articoli pubblicati per un totale di 103'647 letture
Aggiornato al 25 feb 2017

www.facebook.com/francesco.coraggio.9