La professoressa bella ma indisciplinata

Non rispetta lo stop e mi viene addosso (incidente comunque evitato). Colpa del Governo Renzi

Letto 2716
La professoressa bella ma indisciplinata

Racconto un episodio accadutomi ieri; tornavo in macchina verso casa, attraverso un incrocio, dalla mia sinistra vedo venirmi addosso una macchina, lei aveva lo stop ed io la precedenza, brusca frenata.

Faccio segno che lei non ha rispettato lo stop, per tutta risposta, la signora al volante mi fa il gesto "classico".

Non è successo nulla, fortunatamente, vado via per evitare discussioni inutili.

Passo dal fruttivendolo, e chi ti trovo, la signora indisciplinata che stava facendo la spesa.

Lancio una battuta, "andiamo di fretta questa mattina?"

Lei mi guarda, si fa rossa (non è male), e mi dice che io non le ho dato la precedenza.

Le rispondo, che se avessi saputo che al volante c'era lei, la precedenza gliel'avrei data certamente (per galanteria), anche se a terra aveva lo stop.

Ma quale stop? Mi dice.

Le dico guardi che lei aveva lo stop.

Spiegato i fatti ed il luogo, il fruttivendolo (parte terza) conferma che la signora aveva lo stop.

La bella prof allora fa un po’ di retromarcia e poi attacca, evidentemente non era visibile, colpa del Comune, anzi del Governo che ha tagliato i fondi al Comune che non rinnova la segnaletica.

Un inciso, c'era sia lo stop disegnato a terra che il paletto.

Allora, maliziosamente, le chiedo, quale governo.

Stizzita mi risponde il governo Renzi.

Mi viene da ridere; quindi, le dico, se avessimo fatto l'incidente, sarebbe stata colpa di Renzi?

Lei di nuovo si fa rossa; quando si fa rossa è più attraente.

Le dico forse ha ragione, anzi sicuramente ha ragione (sono un Giuda).

Si rilassa e accetta volentieri di prendere un caffè al bar di fianco, ne ordino uno anche per il fruttivendolo che è stato collaborativo.

Mi racconta che insegna alle scuole medie, che aveva due ore di spacco, ne approfittava per fare la spesa, per questo andava di fretta.

Pace fatta, qualche minuto per parlare del più e del meno, poi i saluti.

Sta per andare via, torna indietro, e mi dice: "scusi per il gestaccio, mi sono accorta dopo dello stop, ero sovrappensiero".

Le guance sono di nuovo rosse; le dico, lasci stare, può capitare, è stata l'occasione per prendere un caffè insieme.

Sorriso e via.

Letto 2716

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Francesco Coraggio

10 articoli pubblicati per un totale di 103'647 letture
Aggiornato al 25 feb 2017

www.facebook.com/francesco.coraggio.9